Consulenza psicologica

“Nessuno può convincere un altro a cambiare. Ognuno di noi conserva una porta di cambiamento che può essere aperta solo dall’interno”.

Virginia Satir

La consulenza psicologica consiste in un numero limitato d’incontri e ha uno scopo sia conoscitivo che di analisi della domanda, relativa alla richiesta di intervento. L’obiettivo è la valutazione del tipo di percorso più idoneo alla situazione e la condivisione di un progetto terapeutico (stabilire obiettivi – fornire informazioni su tempi e modalità di lavoro) centrato sulla riflessione e sull’approfondimento degli aspetti relativi al problema riportato. Può rivolgersi ad una singola persona, ad una coppia o ad una famiglia.

La consulenza psicologica può essere richiesta per diverse problematiche, tra cui:

– disagio individuale (gestione dei conflitti, adattamento allo stress, difficoltà di perseguire obiettivi, problematiche relazionali, criticità percepite nella propria performance individuale…)

– sofferenza soggettiva che interferisce con il funzionamento relazionale e socio-lavorativo della persona (ansia, insicurezza, deflessione dell’umore, isolamento, criticità in ambito scolastico, difficoltà di rapporto con i pari…)

– difficoltà di coppia

– difficoltà familiari

– difficoltà nelle funzioni genitoriali

La consulenza psicologica può evolvere in un percorso di sostegno psicologico o in una psicoterapia. Qualora ritenessi di non avere gli strumenti per affrontare la problematica riportata, posso proporre l’invio ad un altro specialista di competenza (psichiatri, neuropsichiatri infantili, sessuologi, consulenti legali, assistenti sociali).